• Seguici su...

  • Le citazioni

    • Io credo nel sole anche quando non brilla, io credo in Dio anche quando tace. (Anonimo)
  • Newsletter

Home » Santi & Profezie » Profezie sull’Anticristo

Profezie sull’Anticristo

Scritto da , sezione: Santi & Profezie 32023 41

anticristo header

Poi vidi salire dal mare una bestia che aveva dieci corna e sette teste, sulle corna dieci diademi e sulle teste nomi blasfemi. (…) E le fu data una bocca che proferiva parole arroganti e bestemmie. E le fu dato potere di agire per quarantadue mesi. Essa aprì la bocca per bestemmiare contro Dio, per bestemmiare il suo nome, il suo tabernacolo e quelli che abitano nel cielo. Le fu pure dato di far guerra ai santi e di vincerli, di avere autorità sopra ogni tribù, popolo, lingua e nazione. L’adoreranno tutti gli abitanti della terra i cui nomi non sono scritti fin dalla creazione del mondo nel libro della vita dell’Agnello che è stato immolato. (Apocalisse 13, 1-8)

 

Isola di Patmos, Grecia, attorno al 100 dopo Cristo.
L’Apostolo Giovanni, ormai anziano e stanco dopo una vita colma di predicazioni e persecuzioni, riceve in sogno la visione degli ultimi tempi, ovvero i tempi ove il male assumerà forma umana per dare battaglia direttamente a Dio ed al suo popolo, l’ultimo tentativo prima della rovinosa caduta e della sconfitta.
L’attenzione di buona parte della cristianità da allora è fortemente concentrata su di queste rivelazioni alquanto enigmatiche (poichè comunicate tramite l’uso di figure e numeri simbolici), cercando di decifrare o interpretare nei limiti della conoscenza umana gli eventi futuri descritti.
La figura che spicca nella narrazione come detto è sicuramente quella dell’Anticristo, l’autentica controparte del Redentore Cristo, il “corno che proferirà bestemmie contro l’Altissimo“, il superbo, il figlio di Satana, il male incarnato il cui nome è rappresentato dal numero simbolico 666.
Egli tenterà d’imitare (o meglio, scimmiottare) l’operato di Gesù con il fine diametralmente opposto – la dannazione delle anime – aiutato da una superpotenza (politica si crede, la “bestia dalle dieci corna”) e dal Falso Profeta, ovvero un falso Giovanni Battista.
Cristo visse nel nascondimento, l’Anticristo vivrà facendosi adorare come una divinità e condannando a morte chi non lo farà, in un acceso delirio d’onnipotenza che gli si rivelerà fatale alla fine.
Questo episodio sarà più generalmente il delirio d’onnipotenza – che non possiede – di Satana, il quale attraverso un uomo che egli spaccia come suo figlio (ma che non è, sarà solamente posseduto dal Demonio) tenta la patetica imitazione della Trinità: Padre, Figlio e Spirito Santo (in questo caso: Satana, Anticristo, Falso Profeta).
 
Negli anni le innumerevoli speculazioni riguardo l’indentità di quest’ultimo e riguardo la sua venuta temporale sono state oggetto di numerosi dibattiti, soprattutto all’interno del mondo Protestante.
Inutile sottilineare che ogni tentativo di prevedere date ed identità è miseramente fallito (ed è inoltre un atto di superbia poichè sono fattori esclusivamente noti a Dio).
La nostra posizione a riguardo dunque sarà d’assoluta umiltà: non ci sentiamo di sentenziare, proporvi assiomi assoluti o improbabili interpretazioni; in vero vogliamo affidarci agli scritti dei mistici e dei santi che nei secoli ebbero rivelazioni private o locuzioni interiori riguardanti il soggetto in questione, limitandoci ad aggiungere alcuni commenti.
 

Il male personificato

Santa Ildegarda di Bingen (1098 – 1179), mistica medioevale, scrisse:
 

Dopo avere trascorso una giovinezza silenziosa in mezzo a uomini molto perversi e in un deserto dove ella sarà stata condotta da un demonio travestito da angelo di luce, la madre del figlio di perdizione lo concepirà e lo darà alla luce.
Egli farà morire quelli che si rifiuteranno di credere in lui, si assocerà ai re, i principi, i grandi e i ricchi che disprezzano l’umiltà, ed avrà stima solo per l’orgoglio; infine soggiogherà l’universo intero con mezzi diabolici.
 
Sembrerà che egli agiti l’aria, che faccia discendere il fuoco dal cielo, produrre dei lampi, il tuono e la grandine, rovesciare le montagne, seccare i fiumi, spogliare il verde degli alberi, delle foreste e renderglielo in seguito. Sembrerà pure che egli renda gli uomini ammalati, che guarisca gli infermi, che cacci i demoni, e qualche volta resusciti i morti, facendo in modo che un cadavere si muova come se fosse in vita. Tuttavia questa specie di risurrezione non durerà mai oltre un’ora perchè la gloria di Dio non ne soffra. Conquisterà molte persone dicendo loro: “Voi potete fare tutto ciò che vi piacerà, è sufficiente che voi mi amiate, che sono il vostro Dio“. Mostrerà loro dei tesori e delle ricchezze e permetterà che essi si abbandonino ad ogni specie di festino, come essi li vorranno. Li obbligherà a praticare la circoncisione e parecchie osservanza giudaiche dicendo loro: “Colui che crederà in me riceverà il perdono dei suoi peccati e vivrà con me eternamente“. Respingerà il battesimo ed il vangelo e deriderà tutti i precetti che la Chiesa ha dato agli uomini. Infine, egli dirà ai suoi partigiani: “Colpitemi con un gladio, e mettete il mio corpo in un lenzuolo senza macchia fino al giorno della mia resurrezione“. Si crederà di avergli realmente procurato la morte e, da parte sua, egli farà finta di risuscitare, dopo di che egli comanderà ai suoi servitori di adorarlo.
 
Quelli che rifiuteranno di rendere questa adorazione sacrilega al figlio della perdizione, egli farà morire in mezzo ai più grandi tormenti. Ma Io invierò i miei due testimoni Enoch ed Elia, che ho riservato per quel tempo. La loro missione sarà di combattere quest’uomo del male, e di ricondurre nella via della verità quelli che egli avrà sedotto. Essi avranno la virtù di operare i miracoli più strepitosi in tutti i luoghi nei quali il figlio della perdizione avrà diffuso le sue cattive dottrine. Tuttavia Io permetterò che questo malvagio li faccia morire e darà loro nel cielo la ricompensa dei loro lavori.

 
Partiamo dunque dal concepimento.
Basandoci su alcune rivelazioni tra le quali quella di La Salette, “l’anticristo nascerà da una religiosa ebraica, da una falsa vergine che sarà in comunicazione con il vecchio serpente, il maestro dell’impurità. Il suo padre sarà un vescovo.
Per “religiosa ebraica” s’intende probabilmente una religiosa cattolica con origini ebraiche, emulo di Maria Vergine.
Questa origine è confermata in un messaggio a Suor Clarissa di Fougères nel XVI secolo: “L’anticristo nascerà da una donna maledetta ma che simula la santità e da un uomo maledetto, dai quali il demonio formerà la sua opera con un permesso di Dio. La sua madre farà parte di sedicenti religiose che si voteranno a parole alla continenza. Una di queste vestali farà nascere l’anticristo. Non avrà ancora dieci anni che sarà potente, il più sapiente di tutti. Userà in pieno la sua potenza all’età di trenta anni“.
Santa Brigida ricevette un’ulteriore precisazione a riguardo:”…sua madre sarà una donna maledetta, che fingerà di essere ben informata sulle questioni spirituali, e suo padre sarà un uomo maledetto dal cui seme il diavolo darà forma alla sua opera.
 
Sin dall’infanzia sembrerebbe possedere una capacità oratoria senza precedenti nella storia dell’umanità, una conoscenza occulta provieniente nientedimeno che dall’Inferno stesso.
Sempre a Sour Clarissa venne rivelato questo:”Persino prima di avere dieci anni di età sarà più potente e sapiente degli altri uomini e, dalle sue azioni, sarà evidente che possiede genio, spirito e abilità superiori alle altre persone“.
Tuttavia questa abilità raggiungerà il proprio apice verso i trent’anni, ovvero il periodo in cui si rivelerà al mondo.
Una famosa locuzione interiore della Madonna difatti recita: “Alla fine dei tempi egli parlerà tre volte meglio di Mio Figlio“.
 
Più volte ci è stato chiesto: cosa se ne fa il Demonio (o chi per lui) dell’oratoria, dato che è uno spirito fuori dalla materialità? La risposta è semplicissima: per confondere e raggirare le persone, i fedeli in primis.
L’Anticristo dunque userà tutti i mezzi a sua disposizione (conoscenze occulte, oratoria, persuasione, finissimi sofismi) per tentare di convalidare le menzogne assolute che proporrà. “Sarà un profeta falso e menzognero e cercherà di salire al cielo come Elia.” (profezia del Ven. Bartolomeo Holzhauser, XVIII secolo).
Ovviamente le sole conoscenze delle cose umane non potrebbero bastare nella sua superba impresa, difatti verrà aiutato in tutto e per tutto dai demoni operando prodigi e miracoli – a riguardo vi è una dettagliata descrizione da parte del Santo Vincenzo Ferreri (1350 – 1459):
 

Ancora una volta l’Anticristo rivolgerà i suoi attacchi contro le persone semplici che sono tanto gradite a Dio, poiché i loro cuori si rivolgono a Lui in rettitudine di intenzione. Si servirà della magia e produrrà apparizioni reali in apparenza che tuttavia non saranno altro che dei semplici trucchi. Farà scendere il fuoco dal cielo e farà parlare le immagini, perché i demoni potranno muovere le loro labbra.
 
L’Anticristo compirà altri prodigi, grazie al potere dei demoni, e questi saranno veri miracoli secondo la natura delle cose in sé, ma falsi secondo la definizione di miracolo. Perché egli farà sì che le immagini di bambini di un mese parlino. I seguaci dell’Anticristo interrogheranno queste statue di bambini, ed esse daranno risposte circa questo sovrano che è venuto negli ultimi tempi, affermando che egli è il salvatore. Il diavolo muoverà le loro labbra e produrrà le parole che essi pronunceranno quando dichiareranno che l’Anticristo è il vero salvatore del mondo; e in questo modo egli causerà la distruzione di molte anime.
 
…cercherà di sedurre i sapienti, come per esempio i maestri e i dottori della legge civile e canonica, che possono spiegare e afferrare le prove delle cose. L’Anticristo li stregherà, usando gli argomenti più sottili, i ragionamenti più convincenti, per far rimanere questi sapienti senza parole e incapaci di trovare risposte. Non è difficile comprendere come questo sia possibile, poiché il diavolo tiene già le loro anime nelle catene del peccato; perché quanto maggiore sarà la loro sapienza tanto più gravata sarà la loro coscienza se non la seguono…

 
A questi fenomeni soprannaturali – o presunti tali – si aggiungerà una finta aura (costruita ad arte dalle sue menzogne e dalla sua ipocrisia) di uomo καλὸς καὶ ἀγαθός, ovvero un uomo giusto, buono, amante della natura e delle arti.
Facilmente verrà accettato da molti, moltissimi per questa sua caratteristica: la finzione, il buonismo, il farsi paladino delle libertà tra le quali farà rientrare peccati come l’aborto, l’eutanasia, il matrimonio omosessuale e così via, protettore dell’ambiente (allineandosi a molti animalisti, i quali preferiscono proteggere la vita degli animali sopra quella degli uomini) e concluderà il tutto affermando: “fate quello che volete, siete padroni di voi stessi, adoratemi e tutto vi sarà concesso“. Da notare che questa massima è propria del Satanismo e della New Age.
Sarà dunque un uomo in vista, sempre sponsorizzato dai Mass Media grazie alle persone molto influenti che lo appoggiano e lo favoriscono.
Egli accrescerà il suo potere sino a mettere a morte i due “testimoni“, i due profeti dell’Apocalisse, che Dio avrà inviato sulla terra – uno tra i gentili e l’altro tra gli ebrei – per convertire l’umanità e metterla in guardia da colui che è il “figlio della perdizione“.
La loro vicenda è narrata in Apocalisse 11:3-12, e Santa Ildegarda ci specifica che saranno nientedimeno che Enoch ed Elia, gli unici due profeti che nella Bibbia non hanno conosciuto la morte:
 

Enoch ed Elia saranno istruiti da Dio nella maniera più segreta in Paradiso. Dio rivela loro azioni e la condizione degli uomini così che essi possano guardarli con occhi compassionevoli. Grazie a questa particolare preparazione, questi due santi uomini sono più saggi di tutti i saggi della terra messi assieme. Dio affiderà loro il compito di opporsi all’Anticristo e di andare in aiuto di coloro che sono stati sviati dal cammino della salvezza.
Entrambi diranno alla gente: “Questo individuo maledetto è stato mandato dal diavolo per sviare gli uomini e indurli nell’errore; Dio ci ha tenuti in un luogo nascosto dove non abbiamo sperimentato le pene degli uomini, ma Dio ora ci ha mandati per combattere le eresie di questo figlio della perdizione“. Essi si recheranno in tutte le città, e villaggi dove in precedenza l’Anticristo aveva diffuso le sue eresie, e attraverso la potenza dello Spirito Santo faranno meravigliosi miracoli, tanto che tutte le nazioni ne rimaranno grandemente stupite.

 
Uguale rivelazione fu ricevuta anche da Santa Matilde, la quale scrisse in dettaglio:
 

Un angelo accompagnerà Enoch ed Elia dal Paradiso. La limpidezza e la beatitudine di cui erano circondati i loro corpi allora sparirà ed essi riceveranno di nuovo l’apparenza terrena e diventeranno esseri mortali. Appena vedranno la terra, saranno spaventati come persone che vedono l’oceano e non sanno come poterlo attraversare.
Essi mangeranno miele e fichi e berranno acqua mischiata con vino, mentre il loro spirito verrà nutrito da Dio. Essi appariranno come predicatori nell’ultimo periodo di patimento, quando la maggior parte degli uomini buoni saranno già morti come martiri ed essi consoleranno la gente ancora per molto tempo. Enoch ed Elia circonderanno l’Anticristo, essi diranno alla gente chi egli sia, di chi è il potere attraverso il quale egli opera i suoi miracoli, in che modo egli è venuto nel mondo e quale sarà la sua fine. Allora molti uomini e donne si convertiranno. Enoch ed Elia smaschereranno gli inganni diabolici dell’Anticristo sulla gente. In conseguenza di ciò egli li metterà a morte.
Per tre giorni e mezzo i loro corpi saranno esposti agli oltraggi e i seguaci dell’Anticristo crederanno che tutti i pericoli siano passati, ma improvvisamente i corpi dei due profeti si muoveranno, si solleveranno, guarderanno sulla folla e inizieranno a lodare Dio. Si verificherà un grande terremoto, simile a quello che avenne alla risurrezione di Cristo: Gerusalemme verrà parzialmente distrutta e a migliaia rimaranno uccisi. Allora una voce dal cielo griderà: “Ascendete“.

 
 
Molto interessante è la questione riguardo alla sua sfera d’influenza ed alla “parte di mondo” in cui opererà maggiormente l’Anticristo: Roma, la sede del Cristianesimo, in perfetta contrapposizione a Gesù che aveva operato a Gerusalemme, sede dell’Ebraismo dell’epoca.
Questa parte d’argomento merita un piccolo approfondimento.
Ricollegandoci allo scritto di Santa Ildegarda (ed al testo dell’Apocalisse) notiamo che l’Anticristo avrà sia potere materiale, inteso come regno, sia spirituale, ovvero in materia di fede. Ora, per conquistare il primo sappiamo che verrà supportato da diversi “regnanti“, ma per quanto concerne il secondo cosa sappiamo? come potrà concquistarlo?
La Madonna a La Salette affermò che “Roma perderà la fede e diventerà il seggio dell’Anticristo. I demoni dell’aria, con l’Anticristo, faranno dei grandi prodigi sulla terra e nell’aria e gli uomini si pervertiranno sempre di più“.
Il concetto di “Roma perderà la fede” è molto più profondo di quanto si creda, si vuole fare esplicito riferimento alla stessa caduta della Chiesa Cattolica che verrà poi sostituita da una falsa con a capo un fantoccio (il Falso Profeta) che spronerà le persone ad adorare la persona dell’Anticristo.
 
● Quando a Roma avrà luogo lo sconvolgimento, sappiate che la fine della vostra era è vicina. Ci sarà caos a Roma: vescovi contro vescovi, cardinali contro cardinali, mentre Satana sta fra loro. Il sangue scorrerà nelle strade di Roma. Il vostro Pastore, capo del gregge, fuggirà nel terrore.
 
● Ho visto il Papa fuggire dal Vaticano camminando tra i cadaveri dei suoi preti. Si rifugerà da qualche parte, in incognito, e dopo una breve pausa morrà di morte violenta.
 
● Il Papa con i cardinali dovranno fuggire da Roma in circostanze tragiche per rifugiarsi in un luogo dove saranno sconosciuti. Il Papa morirà di una morte crudele nel suo esilio
 
Queste tre visioni (la prima ad una veggente, la seconda avuta da Papa Pio X nel 1909 e la terza è di Fra’ Johannes nel 1600) parlano di una forte lotta interna alla Chiesa che finirà per distruggere la stessa, arrivando sino al martirio dello stesso Pontefice, fuggito assieme a pochi fedeli a causa della persecuzione.
Sicuramente si tratta di una profezia alquanto terribile non solo per la Chiesa, ma anche per Roma e l’Italia intera: in altre rivelazioni si fa riferimento a sangue, cataclismi, guerre civili.
In questo quadro estremamente caotico troverà terreno fertile la “nuova” – e falsa – chiesa, nata dallo scisma con quella Cattolica. A questo riguardo abbiamo molte visioni ricevute dalla Beata Anna Katharina Emmerick:

 

Vidi ancora una volta la Chiesa di Pietro era minata da un piano elaborato dalla setta segreta, mentre le bufere la stavano danneggiando… Ora vedo che in questo luogo la Chiesa viene minata in maniera così astuta che rimangono a mala pena un centinaio di sacerdoti che non siano stati ingannati. Tutti lavorano alla distruzione, persino il clero. Vedo che la falsa chiesa delle tenebre sta facendo progressi, e vedo la tremenda influenza che essa ha sulla gente.
Vidi quanto sarebbero state nefaste le conseguenze di questa falsa chiesa. L’ho veduta aumentare di dimensioni; eretici di ogni tipo venivano nella città [di Roma].
Vidi le sette segrete minare spietatamente la grande Chiesa. Vicino ad esse vidi una bestia orribile che saliva dal mare. In tutto il mondo le persone buone e devote, e specialmente il clero, erano vessate, oppresse e messe in prigione.
In quei giorni, la Fede cadrà molto in basso, e sarà preservata solo in alcuni posti, in poche case e in poche famiglie che Dio ha protetto dai disastri e dalle guerre. Stavano (alcuni del clero) costruendo una chiesa grande, strana, e stravagante. Tutti dovevano essere ammessi in essa per essere uniti ed avere uguali diritti: evangelici, cattolici e sette di ogni denominazione. Ho visto di nuovo la strana grande chiesa. Non c’era niente di santo in essa.
Vidi una strana chiesa che veniva costruita contro ogni regola… Non c’erano angeli a vigilare sulle operazioni di costruzione. In quella chiesa non c’era niente che venisse dall’alto…C’erano solo divisioni e caos. Si tratta probabilmente di una chiesa di umana creazione, che segue l’ultima moda…
Vidi cose deplorevoli: stavano giocando d’azzardo, bevendo e parlando in chiesa; stavano anche corteggiando le donne. Ogni sorta di abomini venivano perpetrati là. I sacerdoti permettevano tutto e dicevano la Messa con molta irriverenza.
Poi vidi che tutto ciò che riguardava il Protestantesimo stava prendendo gradualmente il sopravvento e la religione cattolica stava precipitando in una completa decadenza. La maggior parte dei sacerdoti erano attratti dalle dottrine seducenti ma false di giovani insegnanti, e tutti loro contribuivano all’opera di distruzione.

 
Una situazione evidentemente confusionaria, ma con degli scopi ben precisi: la persecuzione contro i cristiani (cattolici) e il tentativo di fondare un’unica chiesa mondiale includendo tutte le religioni.
Come detto il Falso Profeta, un antipapa-fantoccio, sarà a capo di questa nuova organizzazione che fonderà le proprie basi sulla chiesa di Roma, tra la felicità generale dei tanti che ogni giorno – soprattutto oggi – si augurano un’imminente fine del Cattolicesimo e dei suoi rappresentanti.
Le chiese saranno chiuse, le confessioni abolite assieme al rito dell’Eucarestia, i rosari banditi.
Importante notare la frase emblematica “tutto ciò che riguardava il Protestantesimo stava gradualmente prendendo il sopravvento“: tutte le varie interpretazioni delle Scritture e della Dottrina saranno mescolate, poichè nel Protestantesimo basilarmente ogni individuo ha una propria visione della fede, quindi il buonismo imperante vorrà dare credito a tutti screditando di conseguenza l’Unica Verità.
L’Anticristo sarà il dio di questa falsa chiesa. Chiunque si opporrà e non accetterà il suo simbolo “sulla mano e sulla fronte” verrà messo a morte.
Quest’ultimo attacco tuttavia sarà fallimentare in buona parte poichè, come i martiri paleocristiani, i nuovi martiri non si opporranno ed affronteranno la morte con gioia, alimentando il sentimento religioso e convertendo molte più anime di quante ne potrebbe convertire la predicazione (sempre confermato dalle visioni della Beata Emmerick).
 
Questo terribile periodo di tribolazione durerà in tutto 3 anni e mezzo, esattamente come predetto dal profeta biblico Daniele e dall’Apocalisse (1260 giorni).
Al termine di questo tempo prestabilito l’uomo delle iniquità, ormai in preda alla follia demoniaca, “radunerà i suoi credenti e dirà loro che egli vuole salire in cielo. Nello stesso momento di questa ascensione, un colpo di fulmine lo abbatterà e lo farà morire. La montagna dove egli si sarà stabilito per operare la sua ascensione, sarà immediatamente coperta da una nube che diffonderà una corruzione insopportabile e veramente infernale; cosa che, alla vista del suo cadavere coperto di putredine, aprirà gli occhi ad un gran numero di persone facendogli riconoscere il loro miserabile errore.” (Santa Ildegarda)
Il peccato supremo di ὕβρις decreterà dunque la fine ingloriosa del nemico supremo dell’umanità ponendo la parola fine sul periodo più buio della storia del mondo, aprendo le porte al ritorno del vero Redentore per ristabilire l’ordine giusto delle cose.
 

Commenti

  1. Desideravo segnalare all’autore dell’articolo che la frase attribuita a Maria Valtorta è errata.
    Negli scritti valtortiani non si trova la seguente frase:
    «Verrà un uomo, farà gesta di beneficenza; mostrerà grande stabilità; farà del bene e tanta gente lo amerà e crederà nelle sue gesta. Ma ricordate che l’umiltà viene da Dio e chi viene da Dio non si mette in mostra. Vigilate !».
    Chiedo gentilmente di correggere l’articolo oppure di indicare la fonte da dove è stata presa la frase.
    Grazie.

    • Salve,
      La ringraziamo per la segnalazione, abbiamo temporaneamente rimosso per cautela la frase.
      Cercheremo di rintracciare la fonte; l’articolo fu scritto nel lontano 2012 e non sarà semplicissimo ritrovarla.
       
      La pace sia con lei! Ειρήνη σοῦ;
      La redazione

      • Vi ringrazio molto per aver preso in esame la segnalazione.
        Su questa frase c’è, in effetti, un po’ di confusione in quanto anche persone autorevoli la citano attribuendola a Maria Valtorta, ma non è affatto così. È importante che tutto quello che viene attribuito a Maria Valtorta sia veriterio e contenuto nei suoi scritti. La frase, di per se, non è affatto problematica ma non è contenuta tra quanto Maria Valtorta ci ha lasciato.
        Grazie ancora.

  2. Grazie. Ora mi sento un eletto, come del resto tutti i battezzati in Cristo. Consapevole della grande responsabilità di essere Suo figlio mi sento coinvolto in una “battaglia” che con fatica intravedo il mio posto nel mondo senza l’aiuto del mio Signore. Uniti nel vangelo e con perseveranza nella preghiera ringrazio del messaggio.

  3. É chiaro,e tutto ciò ha un senso profondo,logico e imparagonabile a qualsiasi altra religione poiché é basata sulla conoscenza della fede nella S.ss Trinità.chi deve. Capire capisce.inoltre le false e profetiche nonché ANTICRISTIANE religioni hanno versioni incoerenti senza principio di Spirito Santo.Quando l’uomo parla per sé con arroganza,cercando nella scienza e nelle vane conoscenze umane spiegazioni divine,non è. Altro che dio di sé stesso.e allora perché rispondere a chi nella sua superbia non riconosce che Dio è uno e solo uno e Suo figlio é nato,morto e risorto per noi.per inviare la potenza dello Spirito Santo che santifica e ci rende degni di interpretare la parola di Dio?

Commenta

Tutti i commenti sono soggetti a moderazione.