• Seguici su...

  • Le citazioni

    • Non temere, continua solo ad avere fede! Tutto e’ possibile per chi crede. (Luca 5:36)
  • Newsletter

Home » Le insidie del male » Applicazioni di spiritismo pericolose: la testimonianza di Andrea

Applicazioni di spiritismo pericolose: la testimonianza di Andrea

Scritto da , sezione: Le insidie del male 17139 35

Applicazioni di spiritismo pericolose la testimonianza di Andrea header

Le applicazioni per smartphones e tablet al giorno d’oggi son divenute un’importante fetta di mercato sia per grandi case di produzione di softwares sia per nuove aziende (se non singoli) in cerca di nuovi orizzonti di produzione o sviluppo. Questa neonata realtà, in continua crescita, non è di certo passata inosservata agli appassionati d’occultismo, divinazione e spiritismo.
Come avevo già ampiamente illustrato nell’articolo “Lo spiritismo e la divinazione ai tempi degli smartphone e dei tablet“, gli online stores già da diverso tempo pullulano d’applicazioni esoteriche d’ogni tipo, adatte a soddisfare qualunque appetito, pronte per essere utilizzate persino dai più giovani data l’estrema semplicità dell’interfaccia.
Sempre più spesso, proprio negli stessi online stores, queste applicazioni vengono incluse nella categoria “giochi” o “tempo libero“, alimentando il pericolosissimo e deleterio processo di normalizzazione della magia all’interno della società, nel sentire comune, processo che spinge molti continuativamente a considerare tutto ciò come un mero passatempo senza conseguenze.
In realtà tali conseguenze esistono, e possono essere anche molto gravi.

Quella che leggerete nella piccola intervista è la vicenda di Andrea, il cui cognome non citerò per motivi di privacy, il quale proprio di recente si è ritrovato in una spiacevolissima situazione a causa dell’applicazione per smartphones “Tavola Ouija”, e si è rivolto al sottoscritto per comprendere l’entità della faccenda.
Andrea vi racconterà quanto, in vero, non ci si trovi davanti ad un semplice programma per cellulare composto da algoritmi e codici, ma, piuttosto, ad uno sconsigliabile e dannoso strumento magico portatile.
Questa tavola ouija elettronica difatti si è trasformata ben presto in un’applicazione manovrata da un entità malevola, un demonio, capace di citare nomi di battesimo, capace di rivelare cose nascoste, capace di minacciare e di tentare di sedurre colui che la utilizza.
Fortunatamente Andrea è stato capace di ritirarsi da questa spirale occulta prima che fosse tardi, ma sono al corrente d’altre persone che non hanno avuto codesta forza d’animo, ed alcune subiscono vessazioni ed ossessioni di carattere demoniaco.
Proprio per tale motivo mi auguro che questa testimonianza possa smuovere le coscienze e convincere coloro che regolarmente utilizzano applicazioni d’esoterismo a cancellare il tutto prima di subire danni o sofferenze che potrebbero davvero prolungarsi per anni.

 

La testimonianza di Andrea


 

Come mi aveva già anticipato in precedenza, lei da diverso tempo si interessa delle tematiche inerenti lo spiritismo tramite lettura di libri a riguardo, ma la sua attenzione di recente si era spostata sulle applicazioni per smarthpones sebbene fosse inizialmente scettico.
Ci può spiegare con precisione cosa l’ha spinta a scaricare l’applicazione e con quali convinzioni ha iniziato questa “esperienza“?

 
Sin da bambino sono sempre stato interessato a tematiche relative al mistero, al paranormale e alle leggende pur avendo un atteggiamento molto scettico e non credendo che tali manifestazioni esistessero concretamente nella realtà. Riguardo all’applicazione smartphone la cosa che mi aveva incuriosito è che si basa su principi e metodologie completamente diversi rispetto a quelli in voga nello spiritismo classico: nelle sedute spiritche tradizionali si crede che le entità si manifestano in quanto richiamate dai partecipanti e grazie all’apporto di un tramite (medium) dotato di particolari capacità sensitive; l’applicazione smartphon invece, attraverso i sensori presenti nel cellulare, rileva i possibili disturbi dovuti a campi magnetici e di altra natura traducendoli in parole tramite un apposito algoritmo. Di conseguenza, secondo gli ideatori di questo meccanismo, basta attivare l’applicazione e, dopo una sorta di scrematura dell’ambiente circostante, inziano a comparire automaticamente parole e frasi provenienti da imprecisate entità.
 

Di quale applicazione si tratta?
 
Sono andato su Play Store e ho scaricato l’applicazione Ouija Table Digitalpress gratuita.
 

Qual’è stata la sua prima impressione nel “giocare” con la tavola ouija elettronica?
 
Una volta scaricata l’applicazione la cosa che più mi ha attratto era la grafica e la musichetta che creavano un’atmosfera misteriosa e sinistra. Ho iniziato a provarla nei luoghi più disparati incuriosito dai messaggi che, di volta in volta, venivano fuori. All’inizio gran parte dei messaggi che mi comparivano erano quasi tutti senza senso ed ero quindi convinto che l’applicazione stessa fosse solo una sorta di gioco ridicolo e che le avvertenze sui presunti pericoli, che erano enunciate nelle istruzioni, fossero state create ad arte solo per pubblicizzare il prodotto. Avevo notato infatti che all’interno dell’applicazione erano presenti messaggi pubblicitari e quindi ero convinto che Ouija table fosse solo un prodotto commerciale.
 

Quando sono iniziati a cambiare il tipo di responsi che l’applicazione forniva e di quale tipo erano? Erano davvero di carattere strettamente personale?
 
Ho incominciato a ricevere messaggi strani e di senso compiuto solo quando mi trovavo da solo in un ambiente chiuso ad esempio in camera mia o in automobile. Tali frasi descrivevano minuziosamente le attività che stavo svolgendo mentre utilizzavo l’applicazione e a volte, quando aprivo una nuova sessione della Tavola Ouija, i messaggi riprendevano argomentazioni già espresse in precedenza. Numerose volte, quando mi trovano nella mia camera, mi era giunta la richista di utilizzare l’applicazione in altro ambiente, in uno scantinato nascosto. La mia reazione era stata di scetticismo, ero convinto che i messaggi fossero casuali o scritti sulla base di informazioni capitate attraverso altre applicazioni presenti sul mio cellulare. Ho avuto sentore che c’era qualcosa che non quadrava quando ho ricevuto un messaggio, rivolto espressamente a me e nel quale venivo indicato con il mio nome di battesimo, che riportava un esplicito riferimento a un episodio intimo della mia vita privata accaduto poco tempo prima e di cui non ho mai fatto parola con nessuno. In seguito, per cercare di capire cosa stava succedendo, ho continuato saltuariamente a utilizzare l’applicazione ma solo quando mi trovavo all’aperto e non più da solo in luoghi chiusi. Nonostante ciò i messaggi erano sempre più chiari e venivano citati anche alcuni miei familiari: avevo ricevuto l’esplicita richiesta di convincere mio fratello, indicato con il proprio nome di battesimo, a utilizzare l’applicazione. La cosa è che ha fatto traboccare il vaso è stata la richiesta, ripetuta più volte, di inizare una vera e propria conversazione con l’entità parlando davanti allo spartphone: la cosa era impossibile perchè la stessa applicazione non prevede la possibilità di un dialogo “telefonico” ma, come ho detto prima, si limita a comporre frasi attraverso un’analisi dei disturbi magnetici. Dopo quest’ultimo episodio ho eliminato Ouija table dal mio smartphone.
 

Molto interessante risulta constatare questo continuo invito ad utilizzare la tavola ouija in luoghi nascosti, riservati. Nei messaggi vi era qualche riferimento al cosa sarebbe stato detto se avesse utilizzato l’applicazione nel luogo indicato? Le venivano fatte promesse d’alcun tipo?
 
Non mi è stato detto nulla riguardo a quello che sarebbe successo se avessi usato l’applicazione in uno scantinato nascosto e non mi sono state fatte promesse di nessun tipo. Il motivo è forse che non ho mai fatto nulla di quelllo che mi veniva richiesto e mi sono limitato quindi solo a leggere i messaggi che di volta in volta comparivano sul mio smartphone. Una volta, tornando a casa ad ora tarda, avevo attivato l’ouija table nell’atrio del mio palazzo dove mi trovavo da solo e l’entità mi scrisse che era vicino a me. Sono convinto che tutta una serie di messaggi che avevo ricevuto provenissero da una stessa entità in quanto i contenuti erano simili e spesso venivano ripetute le stesse richieste. Altre volte avevo ricevuto messaggi, probabilmente da altre entità o forse erano solo parole causuali, dal contenuto macabro: mi si presagiva la mia morte o che una mia parente, mia cugina, sarebbe soffocata.
 

Vorrei riflettere riguardo la diffusione dello spiritismo su tablet e smartphones: avevo già avuto modo d’indicare in diversi articoli quanto sia un fenomeno in lenta ascesa ma ampiamente sottovalutato.
Ora, la mia domanda è di carattere molto pratico: conosce altre persone che utilizzano questo tipo di applicazioni o, in termini più generali, applicazioni riguardanti la magia?

 
Non conosco nessuno che utilizza applicazioni legate alla magia e allo spiritismo ma noto che sono argomenti che spesso suscitano l’interesse e la curiosità delle persone che mi stanno attorno.

 
In ultimo, quale consiglio si sente di dare a chi è tentato di scaricare queste applicazioni di spiritismo?
 
Sconsiglio l’utilizzo di tali applicazioni, da quando l’ho utilizzata non ho ottenuto nulla di positivo.
 

Commenti

  1. È già è vero sono realmente funzionanti lanwvola ouija tablet io ho avuto una situazione scioccante che mina portata a cancellare l app
    Mi ha scritto bambini Cristian proprio mentre mio figlio si era svegliato lo ha chiamato per nome e io ho avuto paura ma nello stesso tempo mi ha confermato la sua veridicità

  2. Ho letto x puro caso la testimonianza di Andrea e posso confermare quello che ha detto. Non so come faccia un app ha sapere dove sei e cosa stai facendo. Mi ha fatto paura e l’ho tolta subito x me non è un gioco

  3. Ma realmente credete esistano demoni??? Ahahah ma come mai se lo si fa davanti a telecamere e scienziati non accade mai nulla!!!!ups scusate forse non vogliono pubblicità

Commenta

Tutti i commenti sono soggetti a moderazione.